Environmental Music

Our planet is getting weaker and intoxicated by pollution, waste, plastic. We are very close to a point of no return, and the big cause is ours because we are unable to give up …
Krysalisound is always careful to these issues and want to make a small gesture that can help the environment by offering more digital releases in the future.
For a very long time time we produced short runs using mostly recycled paper and in the new season, which will start from autumn 2017, we want to reduce the copies for each edition and the releases on behalf of Francis M. Gri, Lyef, Revglow will be available exclusively in digital format (exceptions allowed). It’s important to understand how big is the environment issue and we must leave behind the selfishness. We are aware that this gesture will not change the world but we hope that it could be inspiring for someone. There is so much to learn everyday but each bad habit can be replaced by a new positive one.
We don’t want to lose the pleasure in preparing packaging, it’s a tradition we want to maintain for whom follow the label and want to touch the physical object, but they will be available in micro-run and small rarities (perhaps on demand?) for collectors only … in a society where we are led to think big we are not ashamed to embrace the motto “less is more” …

Il nostro pianeta è sempre più debole e intossicato da inquinamento, rifiuti, plastica. Siamo molto vicini a un punto di non ritorno, e la causa è nostra perché non siamo capaci di rinunciare…Krysalisound è sempre più attenta a queste tematiche e vuole fare un piccolo gesto che possa aiutare l’ambiente proponendo in futuro sempre più digital release. Da tempo realizziamo tirature limitate utilizzando per la maggior parte carta riciclata e nella nuova stagione, che partirà da autunno 2017, vuole diminuire le copie per ogni tiratura e le release a nome Francis M. Gri, Lyef, Revglow saranno esclusivamente disponibili in album digitali (eccezioni permettendo). E’ importante capire che mai come in questo momento bisogna lasciarsi alle spalle l’egoismo, siamo consapevoli che questo gesto non cambierà il mondo ma abbiamo la speranza che possa essere d’ispirazione.  C’è tanto da imparare nella vita quotidiana ma ogni abitudine cattiva può essere sostituita da una positiva. Non vogliamo perdere il piacere nel preparare i packaging, è una tradizione che vogliamo mantenere per chi segue l’etichetta e desidera avere ancora i l’oggetto fisico, ma saranno disponibili in micro tirature, piccole rarità (magari su richiesta?) per i collezionisti dell’etichetta… In un mondo in cui siamo indotti a pensare sempre in grande noi non ci vergogniamo ad abbracciare il motto “less is more”…

Darkroom intervista i revglow

Prima intervista per i revglow a cura del sempre gentilissimo Roberto Filippozzi.

“Tornati recentemente sulle scene col terzo album “Sound Post Tension”, i Revglow della singer Lilium e del polistrumentista Francis M. Gri hanno dimostrato il coraggio necessario per non sedersi sugli allori di due lavori meritatamente ben accolti da critica e pubblico, confermando la regola non scritta secondo cui è la terza prova sulla lunga distanza a sancire la definitiva maturità artistica di un progetto artistico. Maturità che, anche in virtù delle rispettive esperienze pregresse, di certo non mancava al duo del Nord Italia, ma che nella nuova fatica raggiunge vette sinora mai toccate, rivelandoci un act ormai completamente libero da lacci e sovrastrutture che limitano la creazione artistica. Preso atto di come il nuovo album rappresenti un approdo importantissimo per il progetto Revglow, siamo andati ad approfondirne i contenuti assieme ai suoi due gentilissimi protagonisti…”continua qui

Stordisco – Recensione SPT

Prima recensione di “Sound Post Tension” a cura del gentilissimo Angelo Montagano… Grazie infinite!!!!

“Avevamo lasciato i Revglow in forma di crisalide un paio di anni fa con l’eccellente “9th Chrysalis” (leggi qui la nostra recensione) e ce li ritroviamo ora, al termine di questo nuovissimo album Sound Post Tension, sottoforma di farfalla. Insomma il mio auspicio, messo a chiusura della recensione del secondo album, è diventato realtà E più che un semplice passaggio da crisalide a farfalla, ci troviamo davanti ad un concept composto, come dichiarano loro stessi nel comunicato stampa, da “dieci brani che racchiudono in sè il senso dell’evoluzione, il passaggio da cicatrice a farfalla, metafora della sofferenza umana volta alla ricerca di…” leggi qui il resto