“Maps of Reason” in Drifting, Almost Falling

https://bandcamp.com/EmbeddedPlayer/v=2/album=2907080919/size=large/bgcol=ffffff/linkcol=0687f5/tracklist=false/artwork=small/

Krysalisound was started by Sound Artist Francis M Gri in 2010 to release his own works. He opened it up to other artists in 2016 and has released works from the likes of øjeRum, Hirotaka Shirotsubaki, James A. McDermid and Drawing Virtual Gardens amongst others. It’s this last artist that is the link to Tropic […]

via Tropic Of Coldness – Maps of Reason. — Drifting , Almost Falling.

“Maps of reason” in Ver Sacrum

Non conoscevo Tropic Of Coldness, un duo formato da David Gutmann – chitarrista americano attivo a Bruxelles con il suo progetto electro-experimental Drawing Virtual Gardens – e da Giovanni La Placa, membro dei Fuji Apple Worship. E proprio a Bruxelles, nel 2011, i 2 hanno deciso di unire la forze formando Tropic Of Coldness. Hanno alle spalle diversi concerti tenuti in città come Bruxelles, Londra, Parigi, Berlino e Vienna e hanno pubblicato 4 dischi per etichette di nicchia come Organic Industries, Shimmering Moods e Glacial Movements. Ora la Krysalisound rende disponibile il nuovo lavoro del duo intitolato Maps Of Reason. Dico subito che ci troviamo di fronte ad un disco che farà la gioia di quanti amano l’ambient classica di Brian Eno e Harold Budd. Questa non è vuota new age per supermercati ma musica profonda che vi condurrà in uno stato di quiete immergendovi in un’atmosfera siderale. E’ musica di gran classe e molto raffinata piena di buone vibrazioni e di pulsazioni cosmiche. Lo spazio circostante viene riempito dalle noti tenui ed eteree prodotte da David e Giovanni creando un effetto ipnotico e facendo risvegliare antiche memorie sepolte nel nostro inconscio. Durante l’ascolto la memoria è andata anche ad un altro grande artista proveniente proprio dal Belgio ovvero Dirk Serries aka Vidna Obmana. Mi riferisco, in particolare, alla sua prima produzione rappresnetata da dischi come la trilogia Passage In BeautyShadowing In Sorrow ed Ending Mirage. In ogni caso la Krysalisound si conferma, in questo momento, una delle etichette migliori del genere. Maps Of Reason. Disponibile in vinile e anche nella versione digitale. Al momento su Bandcamp è possibile ascoltare una traccia al seguente link: https://krysalisound.bandcamp.com/album/maps-of-reason.

Link

“Maps of Reason” in ildiapasonblog

TROPIC OF COLDNESS “Maps of Reason” KRYSALISOUND RECORDS KS31, LP, 2019 di Alessandro Nobis Ecco un “disco”, un vinile da mettere accuratamente vicino a quelli pubblicati dall’inglese Obscure parecchi decenni or sono: si tratta infatti del primo ellepì pubblicato dall’etichetta Krysalisound di Francis M. Gri, la sua trentunesima pubblicazione dall’esordio di questa significativa label specializzata in […]

via 498 – TROPIC OF COLDNESS “Maps of Reason” — ildiapasonblog

“Maps of reason” in Merchants of Air

The biography mentions: “Guitars, synths, samples and field recordings processed by two expats lost in Brussels.” I guess there are worse places to get lost in. Brussels is a lively city with more musical entertainment than students skipping school to protest climate change.
‘Maps Of Reason’ is yet another sweet gem, released by Krysalisound (their first on vinyl). With four tracks, ranging between eight and eleven minutes, Tropic Of Coldness; the the duo of Gutman and La Placa, delivers an excellent and soothing ambient album, driving on minimal soundscapes, immersive loops and a calm, serene atmosphere.

I think it’s safe to say that ‘Maps Of Reason’ is a classic ambient album. Gentle layers of sound float in and out in perfect ambient tradition. I guess it’s no surprise when I mention acts like Eluvium and Stars Of The Lid or people like Harold Budd in this review. Opener ‘The Beauty And The Meaning’ is a genre highlight, a perfect piece of music for people who wonder what ambient music is all about, and also a possible fan favorite for ambient aficionados.

The rest of the album drives on similar elements: minimal, abstract and soothing. ‘The Loss Of Empathy’ brings me to people like Aidan Baker and Stratosphere, with their guitar based soundscapes which seem to go on forever. Still, tiny variations make this music interesting and captivating. Perhaps that is the main message in this beautiful album: create a nice sonic trip that invited the listener to be explored again and again. In that, Tropic Of Coldness definitely succeeded.

Link

“Maps of reason” in Ondarock

Il duo italo-americano dei Tropic Of Coldness, formatosi nel 2011 a Bruxelles, giunge nel 2019 al suo sesto album, confermandosi come punto di riferimento tra i progetti di soundscape ambientali più dilatati e meditativi. “Maps Of Reason” si pone nel solco degli album precedenti come un ambient senza scossoni, bensì fluido e rassicurante con loop e note di chitarra che si susseguono senza ansie o inquietudini. 
Non c’è timore, nella musica dei Tropic Of Coldness, ma solo ricerca di pace ed equilibrio, di spazi infiniti, di ipnosi meditativa e sogno, mai di incubo. L’obiettivo è quello di creare una musica per l’anima, un’anima in armonioso equilibrio col tutto. I riverberi di chitarra, i loop, i synth e le sovrapposizioni sono alla base della creatività del duo, che coniuga acustica e elettronica in modo meno cupo di album come “Unrelated Casualities” (2013).
La chitarra finale della title track (11 minuti), le saturazioni ipereteree di “The Loss Of Empathy” alternate a venti simili a canti lontani, gli equilibri statici di “The Beauty And The Meaning”, con nuovo finale di chitarra, e il field record delle onde marine di “Diving For Pearls” (il brano meno rassicurante) sono i momenti migliori di un Lp che conferma le doti dei Tropic Of Couldness, fedeli e rispettosi dei canoni dell’ambient più etereo.

Link

“Maps of reason” in SoWhat

https://bandcamp.com/EmbeddedPlayer/v=2/album=2907080919/size=large/bgcol=ffffff/linkcol=0687f5/tracklist=false/artwork=small/

[krysalisound] Attraverso l’infinito paesaggio della mente, alla deriva tra ammalianti visioni traboccanti di malinconico incanto. Si rinnova il sodalizio artistico tra David Gutman e Giovanni La Placa, percorso condiviso sotto la denominazione Tropic of Coldness improntato alla definizione di cinematici flussi sensoriali che giunge alla realizzazione del suo sesto tassello. Ripartendo dagli algidi territori esplorati […]

via Tropic of Coldness “Maps of reason” — SoWhat

“Maps of reason” in Music won’t save you

https://bandcamp.com/EmbeddedPlayer/v=2/album=2907080919/size=small/bgcol=ffffff/linkcol=0687f5/artwork=none/

TROPIC OF COLDNESS – Maps Of Reason (KrysaliSound, 2019) Quattro tracce di lunghezza omogenea, intorno ai dieci minuti ciascuna, si adattano alla perfezione a riempire le due facciate di un vinile, il primo prodotto dall’etichetta KrysaliSound, curata da Francis M. Gri e ormai da qualche anno affermatasi quale interessante polo d’attrazione di una ricerca elettro-acustica […]

via — music won’t save you