KS19 – GIULIO ALDINUCCI & FRANCIS M. GRI Segmenti

KrysaliSound is happy to introduce the last release of the season, available from April 28.

Segmenti is the first album born in 2016 by the artistic collaboration between Giulio Aldinucci and Francis M. Gri. 
A strong emotional work recorded in a difficult year that has definitely influenced the creative process of the five songs. Earthquakes, terrorist attacks, social fractures, walls, hatred, fear, are tragic events that have certainly shaped the sound of this album. An hypnotic and pulsating sound that combines two different styles naturally balanced in “Segmenti”.
Ambient textures and field recordings, piano and guitar are the instruments that the two musicians have used to give rise to an unrelenting flow of kaleidoscopic sound suggestions.
– Composed, and recorded in 2016 between Siena and Milan
– Mixed by Giulio Aldinucci
– Mastered by Francis M. Gri
– Available in digital format and in KS Packaging Limited Edition from April 28

KrysaliSound Live

Venerdì 28 Aprile il circolo culturale Masada ospiterà a Milano la serata organizzata da Plunge per presentare l’etichetta KrysaliSound.

https://www.facebook.com/events/1882667052022312/

Sarà una serata per chi ama la musica ambient e sperimentale dove si esibiranno alcuni degli artisti che hanno pubblicato i loro lavori per l’etichetta.

In sequenza suoneranno:

L Y E F, progetto ideato dalla cantante Lilium che propone, insieme a Francis M. Gri, brani dal sapore dream/ambient dove vocalizzi e loop filtrati si fondono insieme a suoni di piano e chitarra. Per gli amanti di Lisa Gerrard, Sakamoto, Illuha e la musica introspettiva in generale.

GIULIO ALDINUCCI, compositore elettroacustico di fama internazionale, oltre a presentare alcuni brani del suo bellissimo album “Goccia” pubblicato per la nota etichetta giapponese Home Normal, suonerà alcuni brani di “Segmenti”, prima collaborazione con Francis M. Gri e in uscita proprio il 28 Aprile per KrysaliSound.

DRAWING VIRTUAL GARDENS, progetto solista di David Gutman (membro del duo Tropic of Coldness) presenterà in un live set con effetti visual alcuni brani dell’ultimo lavoro “Heartbeats of premature images” pubblicato lo scorso ottobre da KrysaliSound. La musica dell’artista si basa su textures e loop drone ambient partendo esclusivamente dal suono della chitarra dove note di armonia e dissonanza toccano l’anima in tutte le sue sfaccettature.

ROBERTO GALATI + FEDERICO MOSCONI, si esibiranno in un live inedito che verrà registrato e pubblicato da KrysaliSound il prossimo autunno. Federico Mosconi ha da poco pubblicato il suo nuovo album “Colonne di Fumo” sempre per KrysaliSound. Mosconi e Galati con i loro differenti stili creeranno una bellissima sequenza di brani che fonderà drone e chitarre ambient per un risultato poetico e davvero suggestivo.

L’etichetta metterà in vendita gli ultimi cd rimasti a disposizione dei diversi artisti. KrysaliSound propone una linea di packaging identica per ogni album, una collana di cd eco-friendly per gli amanti del collezionismo.

KrysaliSound Showcase @ Masada by Plunge

 

Ecco i nomi coinvolti nella serata del 28 Aprile al Masada:

LYEF: FRANCIS M. GRI + LILIUM (I) // dream-ambient, electroacoustic

LYEF nasce nel 2016 dall’idea di Lilium, cantante del progetto electro- dream pop Revglow, mossa dal desiderio di sperimentare con voci e rumori. Un mix di sussurri, vocalizzi filtrati ed elaborati dal looper, sound object recordings, sono la base su cui interagiscono suoni di piano e chitarra suonati da Francis M. Gri. “Introspections” è il risultato del primo lavoro rilasciato da KrysaliSound nel 2016, sei brani dove ognuno è la somma di layer di improvvisazioni e suoni trattati. Lilium nasce a Milano nel 1978 e assorbe molto presto l’amore per la musica dal padre grazie al suo negozio di dischi e alla sua passione per i concerti. Inizia a cantare molto giovane e dopo diverse collaborazioni nel panorama rock-trip hop milanese intraprende con Francis M. Gri un nuovo percorso artistico dando vita al duo Revglow. Francis M. Gri nasce a Ginevra nel 1982 ma è a Pordenone che vede crescere la sua passione per la musica. Dopo essere stato membro della band ethereal-dark All My Faith Lost, decide di dedicarsi alla musica ambient/elettronica con il progetto Apart. Nel 2010 si trasferisce a Milano e fonda l’etichetta KrysaliSound. Poco dopo abbandona il moniker Apart per pubblicare a nome suo. Parallelamente il suo suono si evolve lasciando sempre meno spazio a beat elettronici e dilatando i suoni acustici in un minimalismo ambientale più intimo come si può ascoltare nel suo ultimo album “Flow”.

___________________________________________________________________

GIULIO ALDINUCCI (I) // electroacoustic ambient, ambient-drone

Giulio Aldinucci è nato a Siena nel 1981. Attivo da anni nell’ambito della sperimentazione musicale elettroacustica, la sua ricerca si focalizza sempre su tecniche di sintesi diverse e sulla riflessione sul paesaggio sonoro. Dal 2006 al 2011, sotto il nome del suo progetto musicale Obsil (OBserving SILence), ha pubblicato tre album su cd. Ha poi pubblicato cinque album a suo nome: “Tarsia” (Nomadic Kids Republic, 2012), “Aer” (Dronarivm, 2014), “Spazio Sacro” (Time Released Sound, 2015), “Yellow Horse” (Manyfeetunder, 2016) e “Goccia” (Home Normal, 2016). Oltre alla partecipazione a numerose compilation (tra le quali Home Normal Elements e The Wire Tapper), lavori collettivi ed alla realizzazione di due ep, ha composto musica per performance teatrali, video arte e cortometraggi, vincendo vari premi, ed ha contribuito alla realizzazione di istallazioni, come “Sounding Door” (parte del progetto Talking Doors di Julijonas Urbonas), opera vincitrice dell’Award of Distinction in Interactive Art al Prix Ars Electronica 2010. Nel giugno 2013, insieme ad Attilio Novellino, ha lanciato il progetto “Postcards from Italy”, realizzato dall’Archivio Italiano Paesaggi Sonori e Gianmarco Del Re.

___________________________________________________________________

DRAWING VIRTUAL GARDENS (I) // electroacoustic ambient, ambient-noise

Drawing Virtual Gardens è il progetto solista di David Gutman. Esplora tramite l’elaborazione di suoni principalmente chitarritistici, accompagnati da synth e field recordings, la frontiera fra l’improvvisazione, di ispirazione free-ambient e noise, e le possibili architetture che possono derivare da improbabili e imprevisti accorpamenti acustici. Cominciando a muovere i primi passi nel sound design agli inizi del 2000 con sonorizzazioni di corti per il collettivo Motus Faber e apparizioni in gallerie del milanese e riminese, è a Bruxelles (dove risiede dal 2006) che i suoi lavori princpali prendono forma. Meta’ del duo dark ambient Tropic of Coldness, rilascia parallelamente per entrambi i suoi progetti lavori su etichette come Time Released Sound, Cathedral Trnasmission, Flaming Pines, Shimmering Mood Records, Organic Industries e KrysaliSound, tutte label dalla forte identita’ drone/ambient.

___________________________________________________________________

ROBERTO GALATI (I) // ambient-drone, dark-ambient

 Roberto Galati è un viaggiatore attratto dal fascino di luoghi isolati e solitari, raccontati nei suoi diari di viaggi. Appassionato di musica ambient, è autore di diversi album, tra i quali “Godhavn”, “Mother” e “Gletscher”, una trilogia dedicata al ghiaccio e al silenzio. Osservatore attento, è alla ricerca del lato più autentico e profondo di questo pianeta. Aspira a coniugare suoni, parole e immagini. Ha pubblicato per Psychonavigation Records/Tranquillo, Fear Drop, Treetrunk Records, Sirona-Records, Benekkea.

___________________________________________________________________

FEDERICO MOSCONI (I) // electroacoustic ambient, dark-ambient

Diplomato in chitarra e laureato in composizione multimediale presso il Conservatorio di Verona, Federico Mosconi ha tenuto concerti come solista, in orchestra ed in formazioni cameristiche in Italia e all’estero (fra le altre rassegne: Festival Internazionale di Musica Elettroacustica di Roma, GAS Festival di Goteborg, Festival Angelica di Bologna) e ha preso parte ad alcune fra le produzioni contemporanee della Fondazione Arena di autori quali H.W.Henze, B.Maderna e A.Schnittke. Nel giugno 2014 il debutto solista con “Acquatinta” per Tranquillo/Psychonavigation. Nel 2015 realizza la colonna sonora di “Cieli rossi, Bassano in guerra”, documentario sulla prima guerra mondiale di G. Lorenzato e M. Zarpellon presentato in anteprima al Parlamento Europeo. Nel marzo 2017 KrysaliSound pubblica “Colonne di fumo”, 8 paesaggi sonori indefiniti e mutevoli come figure disegnate dal fumo, colonne di suono che creano strutture illusorie, spazi che si espandono, immagini che si eclissano per riemergere trasfigurate.

___________________________________________________________________

L’ETICHETTA

KrysaliSound è una microlabel dedicata alle sonorità sperimentali, fondata nel 2010 da Francis M. Gri al fine di raccogliere tutti i suoi progetti musicali sotto un unico brand. L’etichetta è interessata a collaborare con tutte le forme di arte audio-visiva e tutte quelle forme espressive che possono sposarsi alle caratteristiche stilistiche che hanno dato vita alla sua estetica: densità acustica e ricerca elettronica. Dal 2016, l’etichetta ha iniziato a dedicarsi stabilmente alle pubblicazioni di artisti la cui filosofia e il cui approccio evada le regole tradizionali della musica.

___________________________________________________________________

IL PROGETTO

Plunge è un progetto nato a settembre 2015 e frutto della voglia di portare in città e nel paese alcune fra le più interessanti proposte artistiche legate alla ricerca sonora e all’arte contemporanea. Il progetto ha lo scopo di costruire e promuovere eventi culturali (concerti, performance, lecture, workshop) attraverso i quali intende risalire all’origine del suono, per poi effettuarvi un’immersione profonda, ridando la centralità assoluta all’esperienza dell’ascolto. Plunge si dedicherà alla realizzazione di eventi costruiti attorno ad un concept particolare, relativo ad un’indagine su sonorità specifiche, delle quali l’evento stesso rappresenta una possibile interpretazione. Partendo dal presupposto di procedere in una ricerca autentica sul suono e sulle sue dimensioni applicative e ricettive, la performance, l’installazione, il concerto, il luogo in cui essi avvengono, divengono modalità di fruizione, diverse e/o complementari, di un determinato ambito sonoro, prospettive differenti da cui esplorarlo, attraverso le quali farne esperienza, immergervisi.

28.04.2017 | 21:00
Milano | Masada | Viale Espinasse 41
ingresso: tessera + sottoscrizione

https://www.facebook.com/events/1882667052022312/

KrysaliSound Showcase @ Masada by PLUNGE

Sono felice di presentare la serata del 28 Aprile che chiuderà le pubblicazioni stagionali 2016/2017, in attesa di nuove uscite per la prossima stagione che partirà in autunno.

Una stagione che ha regalato moltissime soddisfazioni grazie alla collaborazione di artisti di valore internazionale che hanno creduto in una piccola label come KrysaliSound regalando stupende uscite al catalogo dell’etichetta.

Una piacevole scoperta è stata trovare numerosi amanti del packaging handmade e questo rafforza la mia idea di continuare su questa linea eco-friendly cercando magari nuove opzioni e alternative in futuro.

Ringrazio di cuore Plunge per questa occasione speciale. Una bellissima realtà nel panorama milanese che promuove musica sperimentale e lavora con passione e dedizione organizzando eventi che da appassionato di musica vorrei sempre vedere. Essere dall’altra parte del palco mi rende orgoglioso e grato.

Grazie al circolo culturale Masada che ospiterà la serata, un locale dall’eleganza vintage, perfetta location per presentare la label al pubblico.

Sarà una serata per gli amanti della musica sperimentale ed ambient in equilibrio tra acustica ed elettronica. Per chi ama etichette come 12k, Room40, n5MD o artisti e nomi come Taylor Deupree, Illuha, Sakamoto, Lawrence English, Fennesz, ma anche più semplicemente i Sigur Ros più ambientali, consiglio di fare un salto al Masada, non ve ne pentirete!

Sperando possa diventare un appuntamento annuale  chiedo a tutti di fare passaparola dell’evento per essere davvero in tanti….grazie!

Qui di seguito l’evento: https://www.facebook.com/events/1882667052022312/

“KrysaliSound Showcase” in Zero Milano

Federico Sardo parla dell’evento sul sito Zero Milano:

“Abbiamo imparato a conoscere la rassegna Plunge per il suo gusto raffinato e per i musicisti che hanno portato in spazi come Ligera e Masada, per poi vederli coinvolti anche in rassegne importanti come Inner_Spaces al Centro Culturale San Fedele. Ma i tre amici (Gabriele, Matteo e Michele) non abbandonano i vecchi amori, e questa sera organizzano una serata nel bel circolo di via Espinasse, che nell’ultimo anno si è anche dotato di un nuovo e migliore impianto audio. In questo caso i fondatori di Plunge si uniscono a un’altra bella realtà italiana attiva nel campo della musica sperimentale, che è quella dell’etichetta Krysalisound, per proporre uno showcase a loro dedicato: si alterneranno sul palco Lyef, Giulio Aldinucci, Drawing Virtual Gardens (progetto solista di David Gutman dei Tropic of Coldness) e il duo Galati/Mosconi. Una scorpacciata per gli amanti delle sonorità eteree e ambientali, in bilico tra acustica e elettronica, che caratterizzano il catalogo della label. Proposte suggestive che siamo certi potranno essere apprezzate anche da chi ancora non conosce il loro lavoro.”

https://zero.eu/eventi/71733-krysalisound-showcase,milano/

“Colonne di fumo” in Ildiapasonblog

Ecco un disco del quale mi risulta davvero difficile parlare. Non perché non sia di mio gusto, anzi, “anzissimo”. “Colonne di fumo” è il nuovo recentissimo lavoro del chitarrista e compositore Federico Mosconi, che segue “Acquatinta” del 2014 e “The Soundtrack” (disponibile solo in formato digitale, era la colonna sonora del documentario “Cieli rossi Bassano in guerra” – https://ildiapasonblog.wordpress.com/2015/12/31/federico-mosconi-the-soundtrack/ – ) dell’anno successivo.

Al di là dell’eleganza e raffinatezza del packaging, personalmente ho trovato questo disco veramente molto interessante e pieno di fascino; i brani sono di ampio respiro e composti con grande equilibrio e capacità, ed evidenziano la realizzazione di un progetto attraverso un meticoloso studio in fase di scrittura, realizzazione e produzione, e non credo di esagerare se lo definisco un “Obscure” apocrifo. Mosconi è chitarrista di solida preparazione classica con profondi interessi verso l’elettronica applicata alla musica, ed in questa direzione si muove in ambito discografico.

E’ musica ambient? E’ contemporanea? E’ elettronica? E’ proprio necessario a tutti costi trovare un’etichetta a questo idioma musicale?

Possiamo e dobbiamo una volta tanto evitare di etichettare questo linguaggio e concentrarci piuttosto nel suo ascolto dove ognuno potrà apprezzare il suono nel suo insieme personalizzandolo attraverso la propria fantasia. O semplicemente ascoltando le otto composizioni i cui titoli possono offrire spunti immaginiferi: “L’immagine riflessa”, l’ipnotica “Basso continuo con respiro” e la lunga “Il tempo regalato” sono le composizioni che più hanno catturato la mia immaginazione: indossate le cuffie, chiudete gli occhi e che il viaggio abbia inizio…

Link